LETTERA CHIARIFICATRICE DI IFMA

Lettera molto costruttiva dalla presidenza della commissione degli atleti IFMA, non sicura del motivo per cui sarebbe stata considerata un bullo, ha dichiarato fatti semplici. Ci sono stati test anti-droga? La risposta è no. C’erano esami del sangue? La risposta è no. Penso che il chiaro messaggio della commissione degli atleti IFMA fosse quello di proteggere gli atleti e che non è un bullismo, sta considerando tutte le sorelle e i fratelli muaythai

 

Ecco la lettera per chiunque non abbia letto i

 

Cari Federazioni Nazionali,

 

Non esitate a tradurre e / o pubblicare sui vostri social media in modo che tutti, inclusi genitori, atleti e allenatori, comprendano questi eventi sanzionati non IFMA e le ripercussioni per la partecipazione.

 

La commissione IFMA per gli atleti è stata contattata da alcuni genitori di atleti giovanili che partecipavano a diversi campionati mondiali o festival non riconosciuti svoltisi a Bangkok e Pattaya nelle scorse settimane. L’IFMA sicuramente rispetta tutti i professionisti dell’arte del muaythai, ma gli atleti d’élite dell’IFMA, che hanno conquistato questo titolo gareggiando contro i migliori del mondo, sono preoccupati dalla confusione e dall’errata interpretazione di questi tre “Campionati del Mondo” che hanno lo stesso peso le divisioni e tutte si svolgono nella stessa settimana. Ci preoccupiamo di più dei giovani perché sfortunatamente sono fuorviati. I loro genitori investono molto denaro e comprensibilmente pensano o sono portati a credere che i loro figli entrino in un evento olimpico, ma in realtà questi eventi non hanno alcun riconoscimento olimpico in nessuna forma o forma. L’IFMA è l’unica organizzazione muaythai riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale, dal Consiglio Olimpico dell’Asia, dalla International World Games Association, dalla FISU e la lista continua.

 

Per favore, permettici di evidenziare alcuni fatti:

  1. Non c’è nessuna squadra nazionale thailandese in nessuno di questi eventi. Tutti gli atleti thailandesi che non appartengono alla squadra nazionale non sono autorizzati a indossare il logo olimpico in quanto la Federazione nazionale della Thailandia non si impegna in nessuno di questi tipi di eventi. Di conseguenza, non vedrai superstar come Buakaw, Yodsanklai, Superbon e molti altri che hanno tutti gareggiato in passato per IFMA.

 

  1. Lo stesso vale per i visitatori internazionali. Oltre il 95% di tutte le squadre competitive non è autorizzato a utilizzare i colori nazionali in quanto sono solo palestre senza alcun coinvolgimento dell’Organizzazione nazionale, dei comitati olimpici nazionali o delle più alte autorità sportive. Questo è il motivo per cui ancora una volta non si vede nessuno degli atleti di livello internazionale in questi eventi in quanto semplicemente non sono autorizzati a partecipare e hanno scelto di non combattere in un evento che non coincide con il movimento olimpico. 3. Non esiste una storia coesa verso un obiettivo finale più alto all’interno di questi cosiddetti “Campionati del Mondo”. Considerando che, gli eventi IFMA sono qualificatori per grandi eventi multi-sport come The World Combat Games e The World Games, entrambi patrocinati dal CIO. Al contrario, per questi altri eventi del “Campionato del mondo”, il viaggio termina con l’evento e nessuna visione più ampia. Non c’è anche universalità. Ogni anno questi “Campionati del Mondo” si svolgono in Tailandia. L’IFMA garantisce agli atleti l’opportunità di viaggiare per il mondo. Gli ultimi 5 campionati si sono svolti in Uzbekistan, Russia, Malesia, Svezia, Bielorussia, Messico e quest’anno torneranno in Thailandia. 4. Il quarto punto che vorrei sottolineare è che gli atleti non hanno possibilità di competere in nessun altro evento multi-sport come i prossimi World Games negli Stati Uniti, Asian Beach Games in Cina, Arafura Games in Australia e la lista continua . Questo limita le loro opportunità nello sport di Muaythai, che è sfortunato per loro e le loro carriere. 5. Veniamo ora a questioni più serie; Correttezza. Nessuno di questi eventi protegge atleti puliti, non sono riconosciuti dalla WADA, né conducono alcun test di test di ingresso o di uscita. Di conseguenza, gli atleti non hanno modo di sapere se i loro avversari sono puliti. Per quanto riguarda la salute medica e controlli medici, non vi è alcun database o procedure sanitarie adeguate in vigore per quanto riguarda le regole knock out o semplici esami del sangue dall’HIV all’epatite. Per quanto riguarda il Fair Play, dove sono le polizze di riparazione delle partite e le assicurazioni per gli atleti che le decisioni hanno un meccanismo adeguato?

I giovani sono il nostro futuro ed è nostro dovere proteggerli. Quando si tratta di protezione dei bambini di qualsiasi tipo, queste altre organizzazioni non hanno politiche in atto per ulteriori indagini su casi che mettono in discussione la sicurezza dei giovani. Inoltre, i giovani provenienti da paesi con differenze politiche non sono protetti. Molti genitori che includono i loro figli in questi altri eventi credono che il loro denaro sia investito, comunque. alla fine non ci sono veri avversari. Ad esempio, i Campionati mondiali giovanili IFMA 2018 hanno visto la partecipazione di oltre 1000 atleti provenienti da 90 paesi. I genitori che hanno assistito a questo evento possono formarsi le proprie opinioni sullo standard, sulla qualità e sul valore dei loro soldi che l’IFMA porta alla loro gioventù. Parlo a questo livello di atleta e non vorrei i miei figli in tali circostanze, specialmente quando si tratta della loro sicurezza.

 

Per quanto riguarda le iniziative sull’uguaglianza di genere, non ci sono statistiche pubblicate da anni prima. In realtà, non c’è nemmeno un sito web formale con nessuna informazione. Infine, non ci sono iniziative sociali per dare voce ai giovani né ci sono conferenze, seminari, workshop o aspetti educativi. In ogni Campionato Mondiale Giovanile IFMA organizza una conferenza giovanile per i giovani per lo scambio culturale. L’anno scorso più di 1000 bambini hanno partecipato all’interno del quartier generale delle Nazioni Unite.

 

Questo sommario non è per mostrare i risultati di IFMA. I risultati dell’IFMA parlano da soli e sono stati premiati dal CIO con riconoscimento e Five Rings. Piuttosto, questo riassunto è quello di educare e garantire che i genitori capiscano che questi eventi non daranno ai bambini l’opportunità che meritano per promuovere il loro talento e dare loro le migliori opportunità possibili per il loro sviluppo futuro come atleti muaythai. Se un genitore ha bisogno di maggiori informazioni o desidera parlare con me in merito a uno dei punti sopra menzionati, non esitate a contattarmi direttamente.

Cordiali saluti,