LETTERA APERTA: IL FUTURO DELLA MUAYTHAI NELLE VOSTRE MANI

868
조회

공개 서한: 당신의 손을 맞 죠 Muaythai의 미래

E’passato pochissimo dal memorabile accordo tra FIMT e FIKBMS e già si sono visti i primi risultati. Già molte società sportive, infatti, vogliono aderire al nostro settore Muay Thai IFMA, chiedendo informazioni e dettagli per comprendere meglio cosa comporterà questa storica unione all’interno della quale ci sarà libertà di movimento ed una piena autonomia organizzativa.

Questo accordo garantirà una certa armonia tra tutti coloro che all’interno delle due realtà FIMT e FIKBMS ricoprivano un ruolo e che adesso godranno di una maggiore e più efficace rappresentatività dentro l’IFMA grazie soprattutto alla già consolidata presenza di un consigliere FIMT nell’esecutivo della stessa. La nuova unione, anche attraverso una modifica dello statuto FIKBMS, stabilirà sicuramente dei principi di democraticità e di espressione paritetica per tutte le discipline sportive presenti.

Dopo tantissimi anni di sacrifici e di privazioni durante i quali la Muay Thai e gli atleti sono stati penalizzati, possiamo quindi ritenerci soddisfatti, soprattutto perché adesso tutti i combattenti potranno confrontarsi in un unico Campionato Italiano fatto dai migliori fighters e partecipare alle selezioni della Nazionale Italiana che andrà ai campionati europei e mondiali targati IFMA, gli unici veramente riconosciuti da tutti a livello internazionale. Ci tengo a sottolineare che coloro i quali verranno selezionati e che faranno parte della Nazionale Italiana Muay Thai, saranno inoltre interamente spesati dalla nostra federazione riconosciuta dal CONI.

Alla luce di tutto questo, pertanto, tutte quelle società sportive , insegnanti ed atleti, che oggi seguitano a rimanere fuori da questa attuale realtà, non avranno più motivo di lamentarsi ingiustificatamente, perché hanno di fronte a sé la realizzazione di un obiettivo che tutti auspicavano, ossia “un unico contenitore di sola MUAYTHAI”, dove i protagonisti fossero gli Atleti e gli Insegnanti.

Mi auguro che tutto questo sia stato spiegato in maniera esaustiva, in modo da far capire quanto sia importante far entrare tutte le società nella federazione, per dare forza e consistenza alla nostra amata disciplina, e all’Italia della MUAYTHAI. Poi se per il nuovo anno sportivo, qualcuno decidesse di rimanere fuori, non potrà ovviamente lamentarsi più dicendo che in Italia il settore Muay Thai è frammentato, e cercare altre giustificazioni.

La libertà di associazione è uno dei punti cardini della democrazia, ma quando molte organizzazioni di Sport da Combattimento, piccole e grandi, fanno eventi di varie discipline dove gli arbitri sono impreparati e non seguono regolamenti univoci, dove non si conoscono i regolamenti sanitari per la tutela degli atleti Senior e Kids, allora non stiamo più parlando di democrazia, ma ci troviamo di fronte ad un vero e proprio caos, senza parlare poi di tutte le molteplici Cinture messe in palio con sigle inesistenti. La strada da fare è lunga, ma sicuramente ce la faremo ad avere in Italia un Campionato unico di Muay Thai (come per la Boxe), anche perché a breve, la Muay Thai dovrebbe entrare anche nel programma Olimpico, e rimanerne fuori sarebbe solo una follia!

공개 서한: 당신의 손을 맞 죠 Muaythai의 미래