LA Muaythai porta una seconda vita agli anziani in Italia

 LA Muaythai porta una seconda vita agli anziani in Italia

Qui all’IFMA diciamo spesso che muaythai è per tutti, ma forse nemmeno noi abbiamo capito quanto possa essere vero. Fino a 100 anziani residenti in case di riposo italiane vengono a lezioni settimanali e gli allenatori dicono che ha dato a tutti una nuova prospettiva di vita, inclusa la comunità muaythai.
La Federazione italiana di Muaythai è sempre stata aperta a tutti, con una forte attenzione allo sviluppo giovanile. Ma anche quando diverse organizzazioni in Italia si sono riunite per formare una federazione più forte, il segretario generale Davide Carlot si è guardato intorno fuori dalle palestre per vedere dove i principi di Muaythai potevano aiutare la comunità.

Nella città di Seregno, la risposta era nella casa di cura locale. Il personale di casa era aperto ai suggerimenti e aveva già una lista di attività ma non di arti marziali. L’invecchiamento attivo è una componente importante della pianificazione a livello sia regionale che europeo,quindi mescolare l’età avanzata e Muaythai non è così insolito come sembra.

Davide dice: “È quando fai la dimostrazione e le persone sorridono, questo è un sorriso che solo le arti marziali possono portare. A volte i sorrisi mi rompono, mi fa capire quanto poco devi fare per rendere felici le persone. ”

I formatori vanno alla casa di cura una volta alla settimana, con lezioni aperte a tutti i residenti, compresi quelli che non possono più stare in piedi indipendentemente. Gli uomini e le donne anziane seduti su una sedia a rotelle si concentrano sul colpire pastiglie, o anche solo a toccare i guanti contro le mani dei formatori se lo sforzo di un pugno pieno è troppo.


Le foto mostrano residenti e formatori che ridono mentre lavorano. Alcune donne che non hanno mai avuto l’opportunità di praticare sport in gioventù a causa della cultura di allora, stanno provando lo sport per la prima volta tra i 70 e gli 80 anni.

Gli assistenti di cura lavorano con gli allenatori per garantire che gli esercizi siano opportunamente modificati e adatti ai residenti, e assistono durante le lezioni come back-up. Le lezioni di Muaythai sono diventate il momento clou della settimana per molti residenti.

“Sì, penso che ciò dimostri che Muaythai è per tutti, e chiunque può farlo indipendentemente dalle loro condizioni fisiche. Non è importante, “dice Davide.

Leggi di più su come FIMT E  FIKBMS  stanno  sviluppandola Muaythai in Italia qui.